Incontri

Parliamo del Rotary, conversazione con Ugo Botti.

Questa serata è dedicata al Rotary, i primi momenti, la fondazione, la crescita, la diffusione nel mondo, l’arrivo in Italia.

Il socio Ugo Botti ed il Presidente Paolo Fiorani si sono divisi i compiti: a Ugo quello di parlare di Paul Harris e soci, degli inizi e degli scopi del Club fondato a Chicago nel 1905, a Paolo di raccontarne l’organizzazione italiana.

Ugo con la solita maestria discorsiva ha cominciato a narrare di Paul Harris e delle sue relazioni, della sua vita, e di come con un commerciante di carbone (Silvestre Schiele poi divenuti il primo presidente del primo Rotary Club nel mondo), un ingegnere, Gustav Loher, e Hiram Shorey sarto, diede vita al sodalizio che oggi conta oltre 35.400 clubs con più di 1.210.000 soci nel mondo.

Sempre una storia affascinante per la visione e la lungimiranza che Paul Harris ebbe e che di li a poco proliferò con la nascita di molte altre associazioni di servizio come Kiwanis (1905), Lions (1917), Zonta (1919), Soroptimist (1921) e Roundtable (1927).

Per il periodo italiano abbiamo fatto riferimento ad un testo ormai introvabile (abbiamo preso l’ultima copia esistente al Distretto) che è “C’era una volta il Distretto 46” scritto da Rita Pizzagalli Serrao che ho avuto la fortuna di avere come socia quando ero ancora al Rotary Club Milano Giardini.

Francobollo USA per il 50° anniversario (1905-1955)

È un testo molto interessante che facciamo girare proprio per la sua unicità, da Anselmo (primo per il diritto dell’ordine alfabetico) passerà a chi lo vorrà leggere e conoscere meglio la vita italiana del Rotary.