Incontri

Fabbrica 4.0: conversazione con Angelo Petrogalli

Siamo giunti al nostro secondo appuntamento di Marzo.

Puntuali, arrivano i primi soci e il relatore della serata, Angelo Petrogalli. Clusonese doc nato nel 1962, è sposato con 3 figli. È Presidente e CEO della tecnologia laser DS4 e direttore scientifico CACTOOOS, un network di aziende eccellenti che ha come obiettivo il porsi quale unico partner di fiducia presso i loro clienti. Ha iniziato la sua carriera nel 1979 nel settore della domotica e, fino al 1996, ha lavorato come manager di aziende leader nel campo della ricerca e della produzione di macchinari industriali. Dal 1996 come imprenditore ha fondato e gestito aziende hi-tech in elettronica e optoelettronica, tecnologia robotica e tecnologia medica, in cui ha servito nel corso degli anni come Presidente e Amministratore Delegato.

Angelo Petrogalli, presidente & CEO – DS4 Srl

La DS4 è un’azienda che si occupa di alta tecnologia nel campo delle automazioni e della robotica e vanta tra i clienti, grandi gruppi come Barilla, Luxottica, Safilo, e Abb, Lvmh, Boeing ecc. L’azienda nasce occupandosi principalmente di laser e robotica realizzando macchine che funzionano con reti neurali, ma si occupa anche di visione artificiale in 2d e in 3d, affermandosi, in questo campo, tra le prime 5 aziende leader mondiali del settore.

“Il mio pensiero e il mio intendere la tecnologia in questi anni è stato caratterizzato da una profonda e costante ricerca della perfezione dell’ ”uomo”. Ritengo che per arrivare a fabbriche 4.0 bisogni avere tecnologie 4.0 pensate, progettate e realizzate da “uomini 4.0”.”

Altra materia utilizzata per i suoi sviluppi è la matematica, è con essa infatti che nella DS4 stanno lavorando ad un ambizioso progetto per la realizzazione di motori di nuova concezione per una notissima casa automobilistica.

E infine si stanno dedicando anche all’anticontraffazione, dove hanno appena concluso una commessa per la Zecca di stato Svizzera e per la Federal Reserve. Il livello di sicurezza dell’azienda è molto alto e i progetti sono secretati per garantire la massima riservatezza richiesta dai clienti.

“L’uomo è unico e una pluralità di uomini porta ad avere un’unica consapevolezza di cosa serve a 360 gradi per costruire un mondo che è necessariamente cresciuto con la scienza, dalla scienza e quindi dalla tecnica”.

L’azienda, che vanta un pool di esperti nei settori della fisica, dell’ingegneria e della matematica, si basa su quattro principi fondamentali: aggregazione, serietà, moralità e dignità.

WIN FOUR – Fully automatic measuring and laser engraving system.

http://www.ds4.it/

Importantissimo è il fattore umano, la sua creatività e il metodo che spinge a eccellere per ottenere sempre il miglior risultato in ogni campo con un impegno 24/7 detto all’americana.

“Senza l’uomo non c’è crescita, non c’è sviluppo non c’è futuro e a nulla varranno le tecnologie e le fabbriche con desinenze al seguito (1.0-2.0-3.0-4.0) se non esisteranno gli uomini che le costruiscono e gli stessi uomini che beneficeranno dei prodotti che costruiranno quelle fabbriche.”

Angelo Petrogalli parla con un entusiasmo contagioso mentre mostra e descrive le immagini delle sue macchine e dice: “La fabbrica 4.0 per noi è una realtà“. Con fabbrica 4.0 s’intende un’industria scaturita dalla quarta rivoluzione industriale, dove si utilizzeranno macchine intelligenti che porteranno a una produzione industriale del tutto automatizzata e interconnessa.

“La fabbrica 1.0 portava tanto lavoro manuale e la ricchezza che giungeva nelle mani dell’imprenditore era comunque miserevole rispetto alle ricchezze che oggi possono essere generate da alcune aziende, meglio sarebbe chiamarle oligarchie, che possono esprimere da sole fatturati in linea e confrontabili con quelli di alcuni Stati sovrani. La ridistribuzione della ricchezza è una necessità di questo tempo e deve avere valenze e proporzioni identiche a quelle desinenze con cui chiamiamo le rivoluzioni industriali.”

Dal 2007 la DS4 ha cominciato ad andare verso questa direzione. “La delocalizzazione della produzione dall’Europa alla Cina è stata una follia“ prosegue Angelo “Abbiamo cominciato a ragionare con alcune imprese per riportare la produzione in azienda”.

La DS4 di Pedrengo è inserita in un programma di ricerca europeo per lo sviluppo delle reti che consentiranno ai robot e alle macchine di apprendere direttamente dagli operatori che le utilizzeranno, permettendo così al ciclo produttivo di compiere un notevole balzo tecnologico migliorando la resa e riducendo i tempi.

Grazie!

Il relatore finisce la sua chiacchierata con una frase molto vicina allo spirito rotariano: “Ecco come si fa a costruire il futuro!”.

Come sempre abbiamo ringraziato il nostro ospite con il gagliardetto del Club.